Tessuto e Ricchezza a Firenze nel Trecento, l’intervista a Cecilie Hollberg

Fig. 4

Fig. 4 Pittore fiorentino Croce dipinta 1285-1290 Tempera su tavola Firenze, Galleria dell’Accademia di Firenze

«Ho voluto fortemente questa mostra», afferma Cecilie Hollberg, direttrice della Galleria dell’Accademia di Firenze «per offrire ai visitatori la possibilità di immergersi tra stoffe, tessuti preziosi e fastose pale dorate che  testimoniano la grande tradizione artigianale e artistica di Firenze. Opere e manufatti che costituiscono le radici più profonde della moda che ancora oggi ha in Firenze uno dei centri di maggiore creatività al mondo».

Cecilie Hollberg, Direttrice della Galleria dell’Accademia e curatrice della mostra

 

 

 



 

Annunci

Tessuto e Ricchezza a Firenze nel Trecento

Alla Galleria dell’Accademia la  tradizione fiorentina dei tessuti nelle opere d’arte del Trecento: lana, seta, pittura

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Presso la Galleria dell’Accademia di Firenze, dal 5 dicembre al 18 marzo 2018, è in programma la mostra Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura. L’esposizione, ideata e curata dalla direttrice Cecilie Hollberg, si concentra sull’importanza dell’arte tessile a Firenze nel Trecento, dal punto di vista economico, nel campo della produzione artistica e nei costumi della società del tempo.

            «Ho voluto fortemente questa mostra», afferma Cecilie Hollberg, direttrice della Galleria dell’Accademia di Firenze «per offrire ai visitatori la possibilità di immergersi tra stoffe, tessuti preziosi e fastose pale dorate che  testimoniano la grande tradizione artigianale e artistica di Firenze. Opere e manufatti che costituiscono le radici più profondedella moda che ancora oggi ha in Firenze uno dei centri di maggiore creatività al mondo». Continua a leggere