I GRANDI ARTISTI DEI MONUMENTI DEL DUOMO DI FIRENZE

Questo slideshow richiede JavaScript.

I GRANDI ARTISTI DEI MONUMENTI

DEL DUOMO DI FIRENZE

Ciclo di incontri promosso dall’Opera di Santa Maria del Fiore

15 Novembre 2016 – 28 Febbraio 2017

 

 Ai monumenti del Duomo di Firenze lavorarono i maggiori artisti italiani del Medio Evo e del Rinascimento: Arnolfo di Cambio, Giotto, Andrea Pisano, Filippo Brunelleschi, Lorenzo Ghiberti, Donatello, Paolo Uccello, Andrea del Verrocchio, Antonio del Pollaiolo, Luca della Robbia, Giorgio Vasari, Federico Zuccari, Michelangelo e molti altri ancora.

  Continua a leggere

Annunci

Il San Lorenzo ritrovato

Questo slideshow richiede JavaScript.

MUSEO DELL’OPERA DEL DUOMO, FIRENZE

21 ottobre 2016 – 27 febbraio 2017

In mostra il magnifico busto in terracotta raffigurante San Lorenzo, riconosciuto come opera di Donatello, e un rilievo attribuito al Verrocchio con Decollazione di San Giovanni Battista, a cui forse lavorò Leonardo da Vinci

Sì è aperta al pubblico al Museo dell’Opera del Duomo di Firenze, e rimarrà visibile fino al 26 febbraio 2017, l’esposizione “Donatello e Verrocchio. Capolavori riscoperti”. La mostra presenta il magnifico busto in terracotta raffigurante San Lorenzo, recentemente riconosciuto come opera di Donatello, e un rilievo sempre in terracotta, con Decollazione di San Giovanni Battista, che ha lo stesso soggetto, dimensioni e composizione sia figurale che prospettico-architettonica della scena commissionata ad Andrea del Verrocchio per lo straordinario Altare d’argento conservato nel Museo dell’Opera del Duomo. Entrambe le opere, che appartengono alla Collezione di Peter Silverman e Kathleen Onorato, gettano luce su importanti capolavori conservati nel Museo e permettono di individuarne il rapporto con altre realizzazioni e artisti del XV secolo. Continua a leggere

Non scrivete sui muri…

 

Questo slideshow richiede JavaScript.



Campanile di Giotto: non scrivete sui muri, lasciateci il vostro messaggio digitale che sarà conservato nei secoli

Eseguito sul Campanile di Giotto il primo intervento di rimozione delle scritte e dei graffiti. L’anno prossimo sarà la volta della Cupola del Brunelleschi


 

Benvenutiti nel Campanile di Giotto! Da secoli conserviamo capolavori: da oggi le scritte sui muri saranno subito rimosse, ma se ci lasciate il vostro messaggio digitale lo conserveremo per sempre, come un’opera d’arte”.

Non è uno scherzo ma un’iniziativa dell’Opera di Santa Maria del Fiore che prova ad utilizzare i nuovi strumenti digitali come deterrente agli atti vandalici che deturpano i monumenti del Duomo di Firenze. Continua a leggere