Gli Arazzi a Pitti, i filmati

Sala Bianca di Palazzo Pitti, Firenze

Tre arazzi per il futuro museo

25 aprile – 21 maggio 2017

 


L’intervista al Direttore  Eyke Schmidt


Fonte:

http://www.operalaboratori.com

Vincenzo Consolo su Angelo Maiorana

vincenzo-consolo

Vincenzo Consolo

Dal Catalogo della mostra di Angelo Maiorana a Cefalù, nel 1982

 

… Oggi, a distanza d’anni, il linguaggio e il mondo di Maiorana si sono ancor più affinati e impreziositi.

In queste tele, le sue esplorazioni verso dimensioni inedite e fantastiche, sono tese fino all’acuto più poetico.

E in questo viaggio, dove si procede per decantazione e assottigliamento, unico viatico possibile è ancora la memoria intrisa di sottili nostalgie. Fra l’intersecarsi di piani e di cerchi, tra fughe di linee ed angoli, i ritmi cromatici ben modulati, le campiture – pause di blu, verdi o rossi, danno alla composizione una lirica armonia che attenua i vibranti e nervosi movimenti dei segni. Continua a leggere

Arazzi a Pitti

Questa presentazione richiede JavaScript.

Tre arazzi per il futuro museo
Firenze, Palazzo Pitti, Sala Bianca
25 aprile – 21 maggio 2017

Creazioni della manifattura medicea, di quella fiamminga di Bruxelles e di quella francese dei Gobelins, i tre arazzi esposti in mostra in Sala Bianca sono stati così selezionati in rappresentanza dei tre nuclei portanti della collezione fiorentina di arazzi appartenente alle Gallerie degli Uffizi, che conta novecentocinquanta esemplari.

In attesa dell’apertura del museo dedicato a questa collezione, la mostra costituisce un richiamo a un articolato e ampio patrimonio di opere che sapeva unire alla monumentalità decorativa il pregio di una tecnica tanto preziosa quanto fragile.

Continua a leggere

Angelo Maiorana

Angelo Maiorana, pittore e ceramista

angelo 015A. M. c.

Una biografia:

Angelo Maiorana è nato a Santo Stefano di Camastra (Messina) nel 1940.

Diplomato presso l’Istituto d’Arte di Palermo nel 1958 frequenta sino al 1960 l’Accademia di Belle Arti di Roma con i maestri Franco Gentilini e Toti Scialoja.

Nel 1960 riceve una borsa di studio dalla Regione bavarese e si trasferisce in Germania, a Monaco  e frequenta i corsi del Prof. Nagel presso la Kunst Akademie.

Richiamato dal clima artistico parigino è a Paris all’Academie des Beaux Arts.

Continua a leggere

Il Contemporaneo a Firenze: Lara-Vinca Masini

Riceviamo con piacere dagli amici di Cultura Commestibile questa iniziativa, e la pubblichiamo subito sul nostro blog. Lara-Vinca Masini è un punto di riferimento non solo per Firenze, per una visione contemporanea dell’Arte. Il suo “Umanesimo, Disumanesimo” è stato in assoluto il primo segnale forte del “nuovo” a Firenze. Aveva respiro d’Europa  e invase la sonnacchiosa Città del Fiore circa 37 anni fa.

lara