L’Arte è per tutti!

locandina2

21 Febbraio: Giornata Nazionale del Braille

Le Gallerie degli Uffizi presentano le attività dedicate ai non vedenti

 

La Giornata Nazionale del Braille, che si celebra il 21 febbraio, è stata istituita il 3 agosto 2007 grazie alla Legge 126/2007 ed è una solennità civile. Essa rappresenta un momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti.
La ricorrenza cade – volutamente – in coincidenza con la Giornata mondiale della difesa dell’identità linguistica promossa dall’Unesco (l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura); l’alfabeto braille consente infatti ai ciechi di accedere al patrimonio culturale scritto dell’umanità. Continua a leggere

Annunci

Anteprima Uffizi 2017

Questo slideshow richiede JavaScript.


Le Gallerie degli Uffizi anche nel corso del 2017 offrono al pubblico un prestigioso e variegato programma espositivo.

Il programma ha debuttato il 10 gennaio con la mostra Fashion in Florence through Lens in the Archivio Foto Locchi a Palazzo Pitti nell’Andito degli Angiolini, aperta fino al prossimo 5 marzo, mostra fotografica dedicata alla moda tra gli anni ’30 e ’70 con l’intento di raccontare attraverso la forza dell’immagine la nascita del fashion a Firenze. Ha proseguito poi il 24 gennaio con l’apertura dell’esposizione Giorgio Castelfranco. Curatore, mecenate, difensore d’arte, aperta nella Sala del Camino della Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi fino al prossimo 26 febbraio. La mostra, che inaugura una tipologia di eventi espositivi di formato minore focalizzati su specifici aspetti, ha inteso celebrare Giorgio Castelfranco, protagonista della salvaguardia del nostro patrimonio in epoca fascista. Funzionario dell’allora Soprintendenza (con l’incarico di direttore delle collezioni di Palazzo Pitti), vittima delle leggi razziali, clandestino operatore per la libertà del Paese e per l’integrità delle sue ricchezze artistiche, Castelfranco fu anche un fautore e mecenate dell’arte contemporanea. Continua a leggere

Lara-Vinca Masini: La città nella storia

evelien05_1

Lara-Vinca Masini, Bruno Corà, un’amica e Evelien La Sud, Pastine 1994
http://www.evelienlasud.info/

La città nella storia e oggi – Firenze –

(Conferenza al Museo Pecci di Prato – Aprile 2008)

 

Louis Mumford faceva risalire l’ origine della città al paleolitico: “Fu forse la grotta” scriveva “a suggerire al primitivo  la prima concezione dello spazio architettonico, la prima immagine dell’ utilità di una cinta muraria  per intensificare la ricettività spirituale e l’esaltazione dei sentimenti”. Un aggregato di funzioni, dunque.

Cosicché si può paragonare la città ad un sistema cellulare che ha rappresentato, fin dalle sue origini, la sintesi tra naturale e costruito, tra natura, storia e cultura, che si è espansa sul pianeta fino a coinvolgerlo quasi totalmente ; tanto che oggi non si parla più di città, ma di “metropoli”, “megalopoli”, “villaggio globale”; non si parla più di “cittadino” ma di “uomo metropolitano”. Continua a leggere

Lara-Vinca Masini su Beppe Chiari

chiari

Giuseppe Chiari, da: http://www.fondazioneberardelli.org

Ciò che ci univa. La passione per l’architettura

(Scritto nel maggio 2008)

 

Pasolini e Chiari. La differenza è che Chiari sentiva il rapporto con Firenze come appartenenza, anche se in questa città, al di là dei pochi amici, non ha trovato nessun riconoscimento finché non è stato riconosciuto fuori. E anche allora… Basterà ricordare che al suo funerale non c’era un personaggio pubblico fiorentino. Mentre, ad esempio, c’era un telegramma di Cacciari. Il nostro caro sindaco lo mandò, su indicazione, certo, il giorno dopo…

Io non ho mai sentito Firenze come appartenenza. Ci sto perché ho molti amici carissimi, ma non vivo la città, non mi interessa. Abbiamo lavorato insieme per “Umanesimo Disumanesimo nell’arte europea….”, che avevo organizzato anche per capire se questa città fosse pronta… Inutile… Chiari intervenne su una piazzetta del centro evidenziandone il brutto rifacimento ottocentesco…. Continua a leggere