Silvia Fiaschi, il restauro del Cesare Dandini a Sovigliana

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto di Paolo e Claudio Giusti, 2009

 

Chiesa di San Bartolomeo a Sovigliana, Vinci.

Soggetto: “Discesa dello Spirito Santo”.

Descrizione: La Vergine e gli Apostoli sono in piedi con i volti e le braccia rivolte in alto verso la colomba dello Spirito Santo che appare in un alone di luce. Sopra la fronte degli apostoli vi è una fiammella.

Autore: Cesare Dandini (sec. XVII)

Materia e tecnica: Olio su tela.

Misure: 192 x 289 cm ca.

Commissionata al pittore dal parroco Domenico Testi, intorno alla metà del 1600, come è documentato dallo stemma, dipinto sul primo gradino.

Stato di conservazione dell’opera:

Il dipinto appare ben tensionato ed è collocato dietro l’altare maggiore,inserito in un’edicola di pietra serena, all’interno di una cornice lignea intagliata e dorata che si presenta in buono stato di conservazione.
Il dipinto ha subito un intervento di restauro nel 1961 ad opera di Taiti ed Ermanno Toschi. Tale intervento ha previsto la pulitura del quadro, la foderatura e il ritocco delle lacune.
Attualmente la pellicola pittorica si presenta molto sporca e la lettura del dipinto è in parte
compromessa da una patina ingiallita che ne altera la cromia originale e particolarmente consistente sulla schiena dell’apostolo in primo piano a sinistra, sul manto della Madonna e sull’apostolo di destra.
Sono visibili estese stuccature nel lato inferiore che si estendono sull’angolo destro in corrispondenza del piede dell’apostolo ed una stuccatura sul lato destro che interessa il lato destro del manto rosso del santo. Questi ritocchi non sono sensibili ai raggi UV.
Ritocchi di minore entità sono sparsi su tutto il dipinto,visibili con i raggi ultravioletti.
La superficie presenta delle fitte nella parte inferiore, dovute probabilmente alla caduta accidentale di candelabri posti di fronte al dipinto che hanno causato anche una piccola caduta di colore.


Restauro eseguito da Silvia Fiaschi nel 2009.

  • Smontaggio e rimozione del dipinto e della cornice dalla sua collocazione.
  • Pulitura con la rimozione della patina ingiallita e dei vecchi ritocchi con solventi selezionati a seguito dei consueti test di solubilità.
  • Rimozione dei vecchi stucchi.
  • Appianamento di superficie
  • Stuccatura con gesso a oro, imitazione di superficie delle lacune e basi a tempera.
  • Ritocco delle lacune con colori a vernice.
  • Verniciatura per nebulizzazione con vernice da ritocco Rembrant e protezione finale semi­mat con vernice mat della Lefranc e Bourgrois.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...