Silvia Ciappi, il bicchiere toscano.

Il bicchiere toscano:

oggetti e immagini a confronto

dal XIV al XVI secolo

Silvia Ciappi

Da: Erba d’Arno, n.55, 1994

Questo slideshow richiede JavaScript.

La redazione ringrazia la dott.ssa Silvia Ciappi per averci permesso la pubblicazione del suo articolo.


La produzione vetraria toscana di epoca medievale risulta prevalentemente concentrata in Valdelsa e nel Valdarno infe­riore. Le fonti scritte attestano che, già nella prima metà del XIV secolo, erano attive due fornaci da vetro a San Gimignano, una a Gambassi, una a Montaione e inoltre si ha notizia di un’aspra rivalità tra San Miniato e i vicini centri vetrari per lo sfruttamento del legname della selva di Camporena (1). Le ri­cerche condotte negli ultimi anni nel territorio compreso tra Gambassi e Montaione hanno rilevato la presenza di oltre 21 siti dove veniva prodotto il vetro o che comunque erano, più o meno direttamente, collegati a quell’attività. Il ritrovamento di numerosi frammenti di oggetti, ma anche di scorie e di cro­gioli conferma che l’attività vetraria doveva essere ben avviata nell’intera zona (2) e la scoperta a Gambassi, in località Germagnana, di un intero complesso adibito, tra il XIII e il XIV secolo, alla lavorazione del vetro ha messo in evidenza preziose notizie sugli ambienti, le strutture, i materiali, gli arnesi e i manufatti realizzati (3). Un’ulteriore conferma che l’intera area geografica compresa tra Firenze, Siena e Pisa fosse dedita alla produzione del vetro è data dalla costante presenza di vetrai to­scani che esercitavano quell’arte fuori dei confini regionali. Continua a leggere

Annunci

Eugenio, il fuoco e il colore

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le ceramiche di Eugenio Taccini

il fuoco ed il colore

Toscano di razza, il maestro ceramista Eugenio Taccini, nato nel luglio del 1943 a Montelupo Fiorentino coniuga sapienza artigiana ed estro fantastico. Difficile dire cosa sarebbe stata la sua vita senza quel primo decisivo incontro con i frammenti ceramici trovati scavando nella casa del nonno a Montelupo Fiorentino, il paese, famoso in tutto il mondo per la sua antica tradizione ceramica, dove Taccini è nato e dove vive da sempre. Continua a leggere