Odoardo Hillyer Giglioli e la sua “Empoli Artistica”

paolopianigiani

Mario Cini, ritratto di Odoardo Hillyer Giglioli Mario Cini, ritratto di Odoardo Hillyer Giglioli

cover

Figlio del più noto Enrico Giglioli, fotografo, etnologo, grande viaggiatore, Odoardo si interessò di storia dell’arte, arrivando a ricoprire importanti incarichi nella regia Soprintendenza fiorentina.

Scrisse alcuni volumi di arte, fra i quali la prima guida alle opere d’arte empolesi, per l’editore Lumachi di Firenze. Fu anche critico militante, pubblicando diversi articoli su argomenti specifici. Ecco qui un suo intervento Un disegno del Pontormo non identificato.pdf  (Fonte http://www.bollettinodarte.beniculturali.it/).

Puntiglioso, appassionato, a volte un po’ di parte, aveva l’occhio buono del conoscitore e non aveva paura di avventurarsi in attribuzioni o giudizi a volte sbagliati. Come quando nella sua guida ai beni artistici del museo empolese, allora nella sua prima sede all’interno della Collegiata, passa quasi sotto silenzio e anzi ne dice male, la splendida opera di Jacopo da Empoli il “Cristo che mostra la piaga a San Tommaso”.

Per Santagostino cito appena la sua corretta…

View original post 73 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...