I filmati del Convegno: “Tre autori per un unico tema: la Deposizione dalla Croce”

manifesto

Annunci

Tre Deposizioni a Santagostino, scatti dell’evento di Marcantonio Perugino

Il Gran Principe, figlio primogenito di Cosimo III, era venuto a conoscenza che a Empoli c’era una tavola del Cigoli, una Deposizione di particolare bellezza, che stava, dal gennaio 1608, sull’altare della Compagnia della Croce, in Santo Stefano degli Agostiniani. La volle a tutti i costi per la sua collezione. Dette incarico a persona di sua fiducia, un cappellano di corte, tale don Filizio Pizzichi (negli avanzi di tempo cacciava anche i demoni dagli indemoniati) di trattare con i Confratelli, legittimi proprietari della tavola dipinta a olio. Venne da noi, cercando appoggi e intrallazzi, valutando bene i punti deboli degli empolesi, da sempre attaccati ai soldi e agli intrallazzi di potere. Continua a leggere